Gli hangar di Bresso, un bene dei cittadini, non di ENAC

Lunedì gli hangar dell’aeroporto di Bresso andranno all’asta. Sul sito di ENAC potete leggere i diversi bandi di gara emessi per la scelta del o dei vincitori (http://www.enac.gov.it/Canale_di_servizio/Bandi_di_gara/index.html).

Io sono convinto che i bandi di gara relativi alle strutture occupate dall’Aero Club Milano siano tutti illegittimi.
Sia ben chiaro io non sono un legale e quindi quella che vi presento è solo la mia umile opinione.

Definiamo qual è la funzione di ENAC: ENAC è un ente governativo che ha come missione la tutela e la promozione dell’aviazione civile in Italia.
Copio, “La missione pone in evidenza gli obiettivi primari del mandato istituzionale: la sicurezza, la qualità dei servizi, la tutela dei diritti, l’equa competitività, per concorrere in tal modo allo sviluppo del settore aereo ed allo sviluppo economico dell’intero Paese.
La sicurezza dei voli, che mantiene un ruolo prevalente, viene perseguita sia sul fronte della safety, mediante la definizione di standard e requisiti di sistema finalizzati alla prevenzione, sia su quello della security, contribuendo alla salvaguardia dagli atti illeciti.
La tutela dei diritti e la qualità dei servizi si riferiscono all’azione regolatrice, propulsiva e sanzionatoria, ed all’azione di garanzia nei confronti dei diritti del passeggero e degli standard di qualità, che devono essere rispettati da tutti i soggetti pubblici e privati che operano nel settore.
Con equa competitività si intende riferirsi alle modalità dell’azione regolatrice degli operatori aeronautici affidata all’Ente, indirizzata alla realizzazione di condizioni per una maggiore competitività che consentano di migliorare l’efficienza economica dell’aviazione civile nazionale.”

Andiamo a vedere le varie funzioni che esercita l’Aero Club Milano: l’aeroclub è un’associazione privata di piloti (per volo turistico e/o sportivo acrobatico) sottoposta a determinati vincoli previsti dallo statuto dell’Aero Club d’Italia, ma non solo, tramite una scuola certificata da ENAC permette ai cittadini italiani o a chiunque risieda nell’area metropolitana milanese di conseguire le licenze di pilota privato o commerciale di aeroplano e le relative abilitazioni. Inoltre tramite personale specializzato e certificato assicura il servizio di informazioni ai naviganti, il pronto soccorso e il servizio antincendio.

Proporre quindi dei bandi di gara in cui non ci sono dei requisiti minimi da rispettare, tipo “il richiedente deve essere un aeroclub con una flotta aerea e scuola certificata ENAC come il precedente concessionario e assicurare determinati servizi” tradisce quelli che sono i principi guida di ENAC stessa e potrebbe togliere quelle che sono delle opportunità per i cittadini milanesi e non solo: sicuramente una flotta di oltre 20 aerei per volo turistico e sportivo e una scuola di volo in grado di fornire tutte le licenze e le abilitazioni del volo a motore.

Ancora. Non assegnare una sorta di prelazione all’associazione che per tanti anni ha garantito l’apertura dello scalo di Bresso e ha acquisito mezzi, strumenti e formato personale significa insultare il lavoro, a volte a titolo gratuito, e l’investimento fatto da piloti appassionati in tanti anni di associazione.

Insomma, rispetterò e sosterrò quella che sarà la scelta del presidente dell’Aero Club Milano, il mio presidente, in merito a questi bandi, ma quella di ENAC è una porcata (indotta da chi lo sappiamo tutti) che non mancherò mai di denunciare…
Specie se a vincere sarà un “aeroclub” senza flotta aerea e senza scuola di volo o una società improvvisata senza alcuna attività pregressa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *